testata canaricoltura amatoriale

 


L'uomo è un essere ragionevole per certi versi e poco o punto ragionevole per altri.

Per meglio dire, il suo modo di ragionare è assai spesso condizionato dai gusti personali, con scarsa o nulla comprensione per le tendenze che da tali gusti divergono. Consideriamo il suo modo di comportarsi in fatto di passatempi : se ne sta volentieri davanti a un televisore o ad uno schermo cinematografico a godersi spettacoli molte volte insulsi o di cattivo gusto, si entusiasma ai festivals canori abbondanti di pessime canzonette, frequenta con passione gli stadi per ululare il suo incitamento a ventidue giovanotti in mutandine che si contendono a tutti i costi un pallone, considera « sportivo » e « virile » indossare una specie di divisa e armarsi fino ai denti per sparare ad innocui uccelletti ... Questi stessi uomini, inconsapevoli della frivolezza o dannosità di tali divertimenti, hanno poi in genere la pretesa di giudicare con sufficienza l'allevamento dei canarini che considerano magari attività puerile, senza capire che trattasi invece d'un passatempo più distensivo ed educativo di molti tra quelli ch'essi prediligono.


L'ornicoltura è un sereno rifugio in cui l'uomo, consapevole della propria natura imperfetta ma suscettibile di perfezionamento grazie alle doti spirituali che sono in lui, può astrarsi dalle quotidiane sciocchezze della nostra progredita ma arida società moderna.


Nessun passatempo può essere considerato a priori futile e sciocco, perché soltanto il modo con il quale ad esso ci si dedica lo rende intelligente o stolto, utile o vano. Se nel raccogliere francobolli ci si limita ad accatastare senz'ordine bolli d'ogni genere, abbiamo certo un passatempo sciocco, ma se la collezione viene impostata su basi razionali, con uno scopo ben definito, se ogni valore raccolto serve ad accrescere le proprie cognizioni su un
determinato argomento o se ogni francobollo aggiunge un motivo di bellezza a quelli precedentemente raccolti, allora la filatelia è un passatempo intelligente ed istruttivo oltre che distensivo. E tanto vale per qualunque altro modo di impiegare il tempo libero delle nostre giornate.


Cosí è dell'ornicoltura. Chi si limita a tenere in gabbia qualche uccelletto sotto la spinta d'un interessamento iniziale vago e subito sopito, ed ha poca o punta cura dei propri alati, considerati alla stregua di oggetti anziché di esseri viventi, non può ricavare vera soddisfazione da simile « passatempo D. Chi invece dall'allevamento dei canarini - o di altri volatili - sa trarre, oltre al diletto che proviene dalla visione delle loro graziose movenze e dall'ascolto del loro canto, anche il destro d'una maggior comprensione delle minuscole personalità di queste creaturine e delle loro esigenze vitali, avendo per ciò stesso una miglior comprensione per tutte le forme di vita animale che con l'uomo popolano la Terra, realizza nel semplice passatempo un mezzo di affinamento spirituale oltreché di piacevole svago.


Mi piace formulare l'augurio che nel lentissimo e lunghissimo processo di perfezionamento dello spirito umano anche l'ornicoltura, e specialmente la canaricoltura, abbia a fornire un suo piccolo modesto contributo.

 

Back Home Page

© FEO - Federazione Europea Ornitofili - Onlus 2010 - 2012